Casa Milan e Piazza Gino Valle al Portello

Casa Milan e Piazza Gino Valle al Portello

Category : Azzurro Libertà

Pur essendo cresciuta in mezzo ad accaniti tifosi milanisti, io non mi sono mai interessata di calcio e in casa nostra “goal” è qualunque gioco si faccia con la palla. Dunque Francesco ci risparmia (per il momento) partite, tornei, figurine di calciatori et similia.

Ma per festa del papà ho voluto fare un regalo a mio padre, Francesco. L’ho accompagnato in zona Fiera a visitare Casa Milan, ovviamente insieme al piccolo Francesco Romano.

La struttura merita una visita. Innanzitutto perché è bella. A partire dalle figure dei calciatori sul tetto del palazzo rossonero che affascinano i bimbi.

 

Casa Milan, ingresso

L’architetto Fabio Novembre, designer di Casa Milan ha studiato ogni dettaglio del palazzo per unire la passione rossonera al design.

Poi perché ha un bel museo – Museo Mondo Milan – interessante anche per chi di calcio ci capisce poco. Il Museo unisce la storia del club, con tanti cimeli come magliette, scarpe, palloni e coppe della prima metà del ‘900 e le tecnologie più innovative, con touch screen che permettono di rivedere le partite e i momenti più significativi della storia del calcio italiano.

Nonno Francesco si è emozionato soprattutto nella sala trofei….ma non tolgo la sorpresa!

Museo Casa Milan, spartito musicale Champions League

 

Aggiungo anche che ci sono delle belle mostre temporanee: fino a dicembre 2017, per esempio, potete trovare quella sulle figurine dei calciatori dei mitici album Panini.

È presente anche Cucina Milanello per spuntini veloci o per pranzare/cenare in compagnia di fronte ai maxischermi, in particolare in occasione delle partite, durante le quali si preparano appositi menu.

I bambini più football addicted non potranno mancare questa tappa milanese. Per loro sono previste anche visite guidate, laboratori e a richiesta feste di compleanno tutte rossonere.

Infine, da non dimenticare: Casa Milan si affaccia su piazza Gino Valle, inaugurata nel 2014, che con i suoi 27 mila metri quadri è la più grande di Milano.

Il quartiere del Portello è stato uno dei centri produttivi più importanti di Milano con gli stabilimenti dell’Alfa Romeo. Oggi piazza Valle è perfetta per far giocare i più piccoli (a calcio, of course) o farli andare in bici o monopattino. Non ha molti spazi d’ombra, quindi non adatta alla calura dell’estate milanese.

Al centro della piazza si trova l’imponente bassorilievo di Emilio Isgrò «Grande Cancellatura per Giovanni Testori» (23,40 metri di lunghezza e 2,47 metri di altezza), che riporta un passo tratto da Il ponte della Ghisolfa, una raccolta di racconti scritta da Giovanni Testori nel 1958 e dedicata alla periferia milanese.

La piazza è dotata di un ponte ciclopedonale che la collega al vicino Parco del Portello, con la nota e suggestiva collina a spirale disegnata dal paesaggista Charles Jencks, su cui i nostri piccoli possono arrampicarsi.

 

www.casamilan.acmilan.com

 

Come arrivare: bus 48 fermata Viale Serra/Viale Scarampo; bus 68 fermata via Albani/Piazza Stuparich; bus 69 fermata Viale Certosa/Viale Serra; bus 90 fermata Viale Serra/Via Traiano; metro linea rossa fermata Lotto, linea lilla fermata Portello

Orari: Cucina Milanello aperta dalle 8, Museo dalle 10; chiusure variabili a seconda delle partite.

Costi: 15 euro biglietto intero; 12 euro ridotto; gratuito under 7

 


Leave a Reply