Fondazione Prada e Bar Luce

Fondazione Prada e Bar Luce

Category : Azzurro Libertà

Domenica pomeriggio, Francesco Romano si è appena addormentato in macchina. Teniamo un passeggino strausato nel bagagliaio e in certi casi – tipo questo – si rivela utilissimo. Cosa facciamo? Andiamo a vedere la Fondazione Prada, zona Porta Romana).

Mi tocca fare coming out: non conosco e non mi piace l’arte contemporanea concettualista. O non mi piace perché non la conosco e quindi non la capisco. In ogni caso, non riesco a rimanere in estasi di fronte a un materasso giallo buttato a terra in una stanza vuota e nemmeno a riflettere sui principi della vita e le dinamiche esistenziali della società moderna ammirando dei cioccolatini distribuiti sul pavimento vicino ad uno spinotto della corrente (opere reali, sic). Beata ignoranza!

Ciò premesso, mi sono goduta la Fondazione Prada con leggerezza, passeggiando tra i cortili e le installazioni di questa ex distilleria della Società Italiana Spiriti divenuta uno spazio post industriale sicuramente originale.

Dalla cisterna alla torre dorata, dal cinema (vero) al mix tra ferro, vetro, legno e alberi che spuntano dall’asfalto, la Fondazione Prada è un luogo piacevole in cui passare qualche ora serena.

Ho ringraziato il cielo che Francesco dormisse, perché altrimenti avrebbe sicuramente rotto qualche preziosa opera oppure avrebbe mangiato uno dei cioccolatini dell’installazione.

Fondazione Prada, Installazione con cioccolatini

Fondazione Prada, Installazione con materasso

Insomma, meglio non andare alla Fondazione Prada con i bambini piccoli (peraltro molti spazi non sono raggiungibili con il passeggino), o almeno lasciate a casa quelli che non comprendono ancora l’arte concettuale…

A onor del vero, esiste anche una sezione della Fondazione chiamata Accademia dei bambini, che propone laboratori artistici e didattici, culturali e creativi, sicuramente di alto livello perché curati da ottimi esperti.

Mi riprometto una recensione ad hoc appena riuscirò a partecipare con il piccolo.

In compenso, alla Fondazione – aperta dal 2015- c’è il bar più figo che abbia mai visto a Milano.

Si chiama Bar Luce, è stato progettato dal regista Wes Anderson, e riproduce un bar milanese anni cinquanta-sessanta, con arredi vintage, formica color pastello, banchi-vetrine, jukebox e flipper.

Una sorpresa davvero. Vi si accede anche da via Orobia, da un ingresso indipendente.

Il Bar Luce è aperto da domenica a giovedì, dalle 9 alle 20, venerdì e sabato dalle 9 alle 21 ed è chiuso il martedì.

www.fondazioneprada.org

Come arrivare: Parcheggio per auto e bici gratuito (ottimo benefit); tram 24 fermata Ripamonti; Metro Linea 3 fermata Lodi T.I.B.B.; bus 65 fermata Largo Isarco

Orari: 10-19; il venerdì e sabato 10-20; chiuso il martedì

Costi: 10 euro biglietto intero, 8 euro biglietto ridotto, gratuito per visitatori under 18

 


Leave a Reply