Monthly Archives: settembre 2017

La Festa dei nonni: come è nata e dove festeggiarla a Milano

Category : Azzurro Libertà

Chi ha avuto la fortuna, come me, di avere dei grandi nonni, sa che il loro ricordo è tra i più dolci che si possano provare.

I nonni sono amici, confidenti, custodi della memoria e delle tradizioni. I nonni sono famiglia, coccole, ottima cucina, un porto sicuro e un abbraccio rassicurante.

Per me sono stati il suono del pianoforte, il profumo del risotto e delle patate arrosto nei giorni di festa, un clacson in curva su una 127 bordeaux, una casa accogliente e sempre piena d’amore, con il giardino.

Sono stati il primo incontro da vicino con la morte, il primo dolore acuto della separazione, ma anche il tenero pensiero di una presenza per sempre.

Ogni giorno, da lassù, sono i miei angeli custodi e forse non è un caso che la ricorrenza civile della Festa dei nonni sia concomitante con quella religiosa degli Angeli Custodi.

La festa dei nonni nasce negli Stati Uniti nel 1978, ma arriva in Italia solo  con la Legge 159 del 2005, che all’articolo 1 recita: E’ istituita la «Festa nazionale dei nonni» quale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale.

La legge istituisce anche il “Premio nazionale del nonno e della nonna d’Italia”, che il Presidente della Repubblica assegna annualmente ai nonni che si siano distinti per azioni particolarmente meritorie sul piano sociale.

Il fiore ufficiale della festa dei nonni è il Nontiscordardime, che ha anche una bella tradizione. Secondo una leggenda germanica, Dio stava dando il nome alle piante quando una piantina, ancora senza nome, gridò: “Non ti scordar di me, Dio!” e Dio replicò: “Quello sarà il tuo nome!”.

Il fiore simbolo della Festa dei nonni

Per festeggiare la ricorrenza, come ormai da diversi anni, a Milano Palazzo Pirelli, sede del Consiglio regionale della Lombardia, domenica 1 ottobre, apre le sue porte dalle 11 alle 20 per l’iniziativa “Coi nonni al Pirellone“, annunciata dal presidente Cattaneo per celebrare tutti i nonni della Lombardia. Domenica si potrà visitare il Belvedere al 31° piano. Alle 16.30 i Ragni di Lecco effettueranno la scalata di Palazzo Pirelli per portare un omaggio floreale alla Madonnina al 32° piano.

In corso Garibaldi, presso la parrocchia Santa Maria Incoronata, il Comitato UNICEF di Milano organizza la “Festa dei Nonni e dei nipoti” per giocare in piazza ai giochi di una volta. “Nonni… andiamo al Museo?” è invece l’iniziativa del Museo di Storia Naturale per lunedì 2 ottobre. Alle 17, dopo la scuola, nonni e nipoti di 4-7 anni potranno accedere alle sale per una visita gioco, a tu per tu con i dinosauri e altri famosi animali preistorici

Sant’Anna, nonna di Gesù in una scultura di Sansovino. Roma, Chiesa di S. Agostino


Bianco come Biancolatte

Category : Azzurro Gusto Puffo

Il nome è suggestivo e la location anche. Sembra un bistrot francese questo locale dallo stile un po’ shabby chic, che è aperto da mattina a sera per colazioni, pranzo, merenda, aperitivo e cena. Tutto ovviamente candido come il latte.

Si trova in via Turati, 30. Noi andiamo spesso per la merenda perché l’ambiente è accogliente e il personale gentile anche con i bambini indecisi e nel dubbio fa fare qualche assaggio 🙂

I bambini amano molto questo locale. Per loro c’è un buon gelato (costo di due gusti 2.70), ma merita anche il reparto pasticceria, con biscotti e torte fatte in casa.

Si possono fare qui feste di compleanno, mentre lo staff organizza appositi corsi di cioccolato per i piccoli.

Carina poi l’idea dello shop collegato, dove si possono trovare dai prodotti alimentari, come torte, caffè, the profumati e marmellate, alle tazze, fino ai peluche degli animaletti per i cuccioli di casa.

www.biancolatte.it


  • Biancolatte gelateria


Autunno Pittore

La Flo è una romanticona e l’autunno è la sua stagione preferita!
Colori meravigliosi e dolci sorprese nel bosco!
Per portare un po’ di questi profumi nella nostra casetta, ha pensato di preparare dei biscotti a tema e decorarli con la pasta di zucchero e colori alimentari!
Se non avete tempo a sufficienza per preparare una buona pasta frolla, provate quella già pronta! Ma per dei biscotti perfetti, non utilizzate quella in rotolo che trovate al banco frigo del Super!

La Flo suggerisce di prendere il panetto che trovate nel reparto “surgelati”!

Provate anche voi!

E mentre aspettate che i biscotti cuociano per bene, che ne dite di colorare qualche bel disegno che trovate nel link e imparare una simpatica poesia?

Buon autunno!

AUTUNNO PITTORE

L’autunno è arrivato,
tutto quanto ha pitturato:
piante, foglie, frutti e fiori
di bellissimi colori.
Sulla testa ha un gran cappello,
Pioggia e vento nel mantello;
tanti grappoli dorati
sono stati vendemmiati.
Lavora il contadino,
seminando dal mattino;
il granturco già maturo
lo ripone di sicuro.
Mentre cadono le foglie,
buona frutta si raccoglie:
fichi, pere e nocciole,
poi riaprono le scuole.


Una sbirciatina a casa di Babbo Natale: ecco a voi i giochi più belli del Natale 2017!

Category : A prova di Fata

La Fata Turchina è andata in esclusiva a curiosare nel laboratorio di Babbo Natale e, come promesso, vi racconta cosa sta succedendo.
Intanto si stanno preparando due grandi feste di compleanno.
Nel 2017 Sapientinoil brand più popolare e amato di Clementonicompie 50 anni e festeggia con nuovi prodotti per bambini in età prescolare e scolare fedele al motto di sempre “imparare giocando”. Dai libri parlanti per i più piccoli al Clempad, linea di tablet Android in due versioni (dai 3 e dai 6 anni), fino al Clemphone, creato in collaborazione con Google e TIM, primo smartphone per bambini e genitori.
In occasione del compleanno, il mondo di Sapientino approda anche per la prima volta nell’editoria con quattro collane di libri ispirate dai principi montessoriani, che favoriscono lo sviluppo di capacità psicomotorie quali la concentrazione, la coordinazione oculomanuale e le capacità logiche: “I libri del fare”, “Piccolibri”, “Librinpiedi”, “Pagine e penna”.
Il secondo compleanno da festeggiare è quello della mitica Biancaneve, che nella sua prima versione cinematografica uscì nelle sale americane il 1 aprile 1917.
Eccola quindi nella magica cucina, intenta a preparare la cena per i nani con gli uccellini e gli animali del bosco. Biancaneve in cucina è una novità della catena Disney Princess, in licenza a Hasbro, per la gioia di tutte le bambine.
Sempre di Hasbro è il brand My Little pony, di cui sentiremo parlare tanto nei prossimi mesi. Il 7 dicembre arriverà infatti in tutti i cinema italiani “My Little Pony, the movie”, nel quale i sei protagonisti dovranno liberare la città di Ponyville da una nuova oscura che la minaccia. Il film si accompagna alla nuova stagione tv in onda su Cartoonito e a una linea di prodotti completamente rinnovata.
Della stessa casa, per i maschietti, ci sono i Transformers e i blaster Nerf, che a Natale spareranno macchinine di gommapiuma con evoluzioni mozzafiato.
I grandi cartoon televisivi sono i protagonisti della collezione Giochi Preziosi: dal set completo dei mitici superpigiamini Pj Masks, a Regal Academy, alle Winx, fino al carrello dei medicinali della dottoressa Peluche.
Dal regno della fantasia alla tecnologia: i nostri bambini ipertecnologici quest’anno avranno richieste strabilianti per Babbo Natale. Per i piccoli segnalo Bear Clock di Oregon Scientificun simpatico orsetto luminoso dal pancino digitale per la sveglia mattutina.  
Mentre per gli studenti, sempre della Oregon, ci sono mappamondi che fanno rimpiangere ai grandi di non essere ancora sui banchi di scuola:  lo Smart Globe permette tramite una app di esplorare il mondo, il clima, gli animali e persino i dinosauri in realtà aumentata, mentre lo Smart Globe Starry mostra anche le costellazioni e la volta celeste con la funzione night.
Della Giochi Uniti ci sono poi Nanotecnologie, kit scientifico per i ragazzi delle superiori, con  esperimenti chimici incentrati sulle nanoparticelle e Laboratorio di Chimica, per esplorare le proprietà chimiche delle sostanze più note, esaminare la polvere effervescente e riconoscere i metalli.
Per preparaci alla magica atmosfera del Natale ci sono i Sabbiarelli, pennarelli di sabbia colorata con cui cimentarsi nella creazione di decorazioni natalizie e statuine del presepe. Novità del 2017 sono La capanna del Presepe e la Stella di Natale 3DPer realizzarli non servono né forbici né colla perché tuttosi compone assemblando.
Anche Barbie della Mattel è prontissima per Natale. Barbie Magia delle Feste 2017 è una stella preziosa, sfoggia un elegante abito con spacco centrale, ha il sandalo aperto e per la prima volta nella sua storia ha lo smalto rosso rubino alle mani e ai piedi, uno smokey eye sfumato e il rossetto scuro della stessa tonalità dello smalto.
Piacerà più ancora ai papà che ai figli la nuova collezione di veicoli a batteria ricaricabile realizzati da Peg Perego, disponibili in tre versioni per accontentare bimbi da 1 a 10 anni: sono dotati di radiocomando a guida facile e app per far divertire il  bimbo guidando al posto suo, se non ha ancora acquisito dimestichezza. Quando crescerà, potrà guidare in completa autonomia.
Infine il legno, grande protagonista dell’offerta commerciale di diverse case produttrici, sempre più attente alla sostenibilità.
Bellissima la collezione di milaniwood che rinnova i giochi in legno tradizionali, come lo shangay e il domino, e li rende oggetto di design. Quest’anno propone come novità Affettacarota Woody builder, giochi in legno di destrezza e coordinazione che stimolano i bambini a considerare le verdure divertenti e a fare movimento.
Sempre in legno sono i monumenti in puzzle 3D di Grandi Giochi, tutti a incastro: la Torre di Pisa, la Tour Eiffel e Notre Dame, la Tower Bridge e il Big Ben, l’Empire e Manhattan.
E siccome Natale non è Natale senza i giochi formato famiglia, vi segnalo Torte in faccia (della linea “fun to play, fun to watch” della Hasbro), Orazio Maialino Mai Sazio Vito Acchiappa Dito del brand Globo, Non svegliare papà e Acchiappa la polpetta di Rocco Giocattoli
 
  • La cucina di Biancaneve

21 settembre, il nostro giorno speciale

Quattro anni fa a quest’ora io e te eravamo, ancora per qualche minuto, una cosa sola.

Quattro anni fa a quest’ora potevo solo immaginarti…

E oggi festeggio te, che sei me, che sei papà, che sei noi insieme, che sei amore e fatica, sorrisi, respiri,abbracci, energia, simpatia, Famiglia.

Festeggio te che sei Vita.

Auguri #amorebellodellamamma!


BASTA UN POCO DI ZUCCHERO E… Tutti a scuola!

Questa ricetta è semplice semplice!

Potete provarla anche da soli, sotto la supervisione dei grandi!

La Flo li ha decorati con un po’ di ghiaccia reale, perfetti per la ricreazione o un pomeriggio tra amici a fare i compiti!

Se volete dargli lo stesso color cacao, sostituite lo zucchero bianco con lo zucchero di canna integrale!

E sono anche senza farine!

Farina di cocco 200 g

Zucchero 200 g

Albumi (circa 4) 150 g

Fatto?

La Flo è pronta ad interrogarvi! 😉

ricette.giallozafferano.it


The Big Draw Italia: a Milano arriva il più grande Festival del disegno

Category : Azzurro Libertà

Tutti a disegnare! Parte domani da Milano la seconda edizione di The Big Draw, il festival internazionale del disegno a cura di Fabriano.

Sabato 16 e domenica 17 settembre i Giardini pubblici Indro Montanelli di via Palestro saranno teatro della maratona di workshop e incontri con artisti e illustratori.

Tutti sono invitati: grandi e piccoli, appassionati e professionisti, per sperimentare, disegnare e divertirsi, liberando la creatività.

Laboratori creativi, con la guida esperta dello staff di Pleiadi, specialisti nella didattica e nella formazione dei ragazzi, sono disponibili a ciclo continuo durante le due giornate.

A cadenza oraria e con possibilità di prenotazione durante il festival, il programma prevede Atelier d’Artista con Pat Carra, Chiara Carrer, Anusc Castiglioni, Dario Cestaro, James Clough, Jim Le Fevre, Giulia Orecchia, Alessandro Sanna e Arianna Vairo che coinvolgono i partecipanti in lezioni e dimostrazioni dal vivo.

Novità di questa seconda edizione di The Big Draw Italia è la Stra-disegno: una grande corsa attraverso il parco alla ricerca di oggetti da raffigurare prevista per domenica mattina.

Per i bambini segnaliamo Il muro dei colori, un maxi disegno da colorare che prende forma durante il festival, Il bosco di notte, un bosco  in cartone nero come la notte, con alberi, cespugli e animali da animare con pennarelli e tempere fosforescenti secondo la fantasia dei più piccoli. E poi ancora disegni che si animano grazie allo zootropio, dispositivo ottico per visualizzare immagini in movimento, il parco dei sensi, i disegni volanti e i disegni d’acqua, persino un laboratorio di action painting per esprimersi con parole,colori,forme, liberamente scelte e assemblate.

Tutte le informazioni, con il programma e la mappa degli eventi su www.fabriano.com/bigdraw

  • Big Draw

 

 


Furtivi, incisivi, decisivi…Pj Masks!: ecco chi sono i nuovi super eroi degli under 6

“Che fantastico trio, che nell’oscuritàààà…sfida e combatte la criminalitààà,…Furtivi, incisivi, decisivi…Pj Masks!”

Il ritornello che risuona in tutte le famiglie con almeno un under 6 è quello dei Superpigiamini, un cartone animato che ormai è diventato cult, insieme a Peppa Pig e Masha e Orso.

Ecco chi sono Gattoboy, Gufetta e Geco e da dove arrivano.

La serie televisiva PjMask nasce da una collezione di libri illustrati per bambini “Les Pyjamasques” del vignettista francese Romuald Racioppo.

Il primo libro Les Pyjamasques et le Grogarou,  pubblicato da Edizioni Gallimard nel 2007, era pensato per bambini da 3 a 6 anni ed è ancora in vendita su Amazon.

La trasposizione televisiva (ad opera di Canada’s eOne Entertainment e France’s Frog Box) venne trasmessa per la prima volta negli Stati Uniti il 18 settembre del 2015, con 1.6 milioni di spettatori unici e il 29% di share di mini spettatori tra i 2 e i 5 anni.

In Italia, la serie è stata trasmessa per la prima volta il 18 gennaio 2016 su Disney Junior, per poi migrare l’8 dicembre su Rai Yoyo. Viene trasmessa anche in UK, Francia, Canada, Spagna e Australia.

La serie racconta le avventure di Connor, Amaya e Greg che di notte, indossato il pigiamino, si trasformano nei super eroi Gattoboy, Gufetta e Geco.

Ognuno ha i suoi superpoteri: il gatto blu Gattoboy con la sua gattomobile ha la super velocità, il super balzo e il super udito; la rosa Gufetta guida il gufaliante e ha la super vista e il super vento; il verde Geco guida la Gecomobile  e ha il super mimetismo, super muscoli e super presa rettile.

E poi, come in ogni storia che si rispetti, ci sono i nemici: il perfido scienziato Romeo, che vuole conquistare il mondo, Lunetta che ruba i giochi dei bambini, il Ninja della notte che guida un gruppo di mini ninja criminali.

Se vostro figlio, come il mio, grida “Supergattovelocità” prima di scattare a molla lungo il corridoio oppure spara immaginarie “palle appiccicose”, adesso sappiamo il motivo.

Noi abbiamo anche fatto i travestimenti di Carnevale (ma utili tutto l’anno) home made per i piccoli di famiglia, con l’aiuto prezioso di nonna e zie.

La nuova stagione sarà pronta nel 2018 con 52 episodi da 11 minuti ciascuno, prodotta da Disney Junior e French broadcaster France 5. Stay tuned!

  • Cugini pigiamini

Baby Life, l’asilo dei sogni è (quasi pronto) nella Milano di City Life

Category : Azzurro Libertà

Primi giorni di asilo per tanti bambini milanesi. È il periodo giusto per parlare dell’asilo dei sogni, quello che è già in costruzione a CityLife a Milano e che sarà pronto per aprile 2018.

Si chiama Baby Life e sarà il primo asilo nido pubblico sostenibile per l’infanzia, formato da tante piccole casette immerse nel verde del giardino protetto ospitato all’interno del parco urbano di CityLife.

Le casette sono organizzate attorno a un atrio centrale, a partire dal quale si sviluppano le varie funzioni pedagogiche.

I volumi si dispongono in maniera irregolare attorno agli alberi, mantenendo un link centrale grazie al patio che avvolge e collega le casette creando la forma di Baby Life.

La struttura sarà tutta a misura di bambino: luci, colori, materiali e finiture sono stati attentamente studiati per esaltare la polisensorialità dell’ambiente per generare uno spazio ricco ed articolato, adatto alle esplorazioni cognitive dei più piccoli.

L’obiettivo di conciliare qualità e funzionalità e attenzione all’ambiente ha portato a una serie di scelte che riguardano principalmente la progettazione secondo le regole della bioclimatica (orientamento edificio, esposizione e luce naturale), l’uso di energie rinnovabili (tra cui pannelli fotovoltaici e pannelli radianti, la riduzione del consumo di acqua (recupero acqua piovana) e la selezione di materiali costruttivi certificati, locali e riciclabili (pannelli in legno prefabbricato ecosostenibile, rivestimenti esterni a basso grado manutentivo, salubrità dei materiali interni).

I criteri di progettazione dell’asilo nido hanno come obiettivo la certificazione LEED Platino, ovvero il massimo livello di certificazione previsto dal Protocollo LEED Italia.

Anche per gli arredi è stata data grande importanza alla sicurezza dei materiali per il bambino e alla stimolazione sensoriale: sono state individuate alcune aziende che producono arredi adatti e certificati per la prima infanzia, realizzati con materiali espansi ed ignifughi e rivestiti con tessuti sintetici ecologici  e materiali morbidi, soffici e deformabili.

Una struttura contemporanea e innovativa, che è già in costruzione nella neonata via Demetrios Stratos.

Il progetto dell’asilo è il risultato del concorso indetto nel 2014 rivolto a giovani architetti under 35 ideato e promosso da CityLife in collaborazione con Federabitazione Lombardia – Confcooperative e AAA architetticercasi™ e in accordo con il Comune di Milano.

Il progetto vincitore è dello studio 02ARCH, fondato nel 2014 con un forte orientamento alla ricerca e all’innovazione.

I lavori dell’asilo nido CityLife sono realizzati da ITI Impresa Generale S.p.A. e Damiani-Holz&Ko S.p.A in seguito a una gara di evidenza pubblica, con un investimento di 3.5 milioni di euro.

 


Lo “Spruzzacalma” della maestra Larissa

La necessità, si sa, aguzza l’ingegno. Se poi la necessità si chiama “sovraeccitazione da quattrenne chiuso in casa in una domenica pomeriggio di diluvio universale pronto a distruggere tutto”, occorre impegnarsi molto per inventare qualcosa che sia rapido ed efficace per riportare un minimo di normalità.

Ieri mi è venuta in soccorso la maestra Larissa, comparsa improvvisamente come un angelo con il suo Spruzzacalma su Facebook.

Lei lo racconta così: “Si prende uno spruzzino (anche uno semplicemente di detersivo finito) e lo si riempie di acqua e qualche goccia di essenza naturale rilassante profumata (io amo usare l’ essenza di lavanda). Si spiega in termini un po’ magici ai bambini che nella boccetta è contenuto un liquido magico che quando viene spruzzato fa tornare la calma e il silenzio in aula. Nei momenti in cui il volume della voce raggiunge livelli un po’ troppo alti, invece che richiamare i bambini urlando, io spruzzo un po’ di liquido nell’aria e subito tutti si fermano annusare il profumo. Sembra incredibile ma veramente questo sistema fa quasi magia!”

Noi ci siamo divertiti tanto, sia a preparare il nostro Spruzzacalma – con l’acqua, la lavanda e l’etichetta – sia a sperimentarlo. Poi forse ci siamo lasciati prendere la mano e abbiamo giocato un po’ a bagnarci, ma lo scopo di interrompere il trend crescente di eccitazione è stato raggiunto con successo J

Ecco, questo post è per ringraziare pubblicamente la maestra Larissa, che nel frattempo ho contattato e che ho scoperto essere una persona davvero speciale.

Questa giovane maestra di Rho (Milano), laureata in Scienze della Formazione primaria vive oggi a Portland, in Oregon, insieme al marito ricercatore scientifico e alla figlia.

Scrive libri per bambini e ha un sito, una pagina facebook e un profilo instagram seguitissimi dove pubblica tanti utili consigli e soprattutto materiale didattico per la scuola primaria, da lei elaborato in base all’esperienza maturata negli anni con i suoi alunni

Insegnare è un’esperienza straordinaria, a volte dura e difficile, ma piena di soddisfazioni e di gioie. Nel mio lavoro ho sempre cercato di dare il massimo, di essere una maestra attenta, disponibile, ma anche autorevole e professionale. Ho sempre cercato di “personalizzare” il mio stile di insegnamento in base agli alunni che mi trovavo di fronte e questo mio impegno si è trasformato a poco a poco nella passione di preparare io stessa il materiale da usare con i miei studenti. Mi piace preparare schede, progettare attività, pensare a percorsi che siano tagliati su misura dei miei allievi, che abbiano una rilevanza per loro, che si aggancino alla loro storia particolare, diversa da quella di tutti gli altri bambini della stessa età”

Seguitela su

http://maestralarissa.sicsas.eu/

https://www.facebook.com/LaMaestraLarissa/