Monthly Archives: novembre 2018

Verso il Natale: i finti affreschi in decoupage al modo della nonna Lele

Si avvicina il Natale e la casa della nonna Lele si trasforma in laboratorio artistico. Qui troverete in anteprima le prime lavorazioni e qualche idea anche per fare i lavoretti con i bambini, in queste giornate uggiose.

Cominciamo dal finto affresco in decoupage. Vi occorrono:

  • Compensato
  • Carta decoupage con soggetti autunnali/natalizi
  • Carta vetrata
  • Colla
  • Colori acrilico
  • Una spugnetta
  • Carta assorbente
  • Vernice opaca

Prendere un pezzo di compensato di circa 3 cm di spessore. Dare una mano di fondo con tempera o gesso acrilico bianco.

Scegliere dalla carta per decoupage un soggetto preferito. Un consiglio: usate l’apposita carta e non i tovaglioli, perché sono troppo fragili.

Lasciare un margine bianco: se la figura è troppo grande, strapparla con le mani.

Stendere in modo uniforme colla per decoupage in abbondanza.

Nel frattempo mettere in una bacinella o nel lavandino circa due litri di acqua fredda, in cui immergere la figura che avete scelto; attendere qualche manciata di secondi (40/50 secondi, meno di un minuto), poi toglierla e adagiarla su un pezzo di carta assorbente per togliere l’acqua in eccesso senza che si rompa.

Adagiare lentamente la figura partendo dall’alto e scendendo e successivamente con la carta assorbente asciutta tamponare con molta delicatezza la figura in modo da togliere eventuali bolle d’aria che si dovessero formare.

Attendere qualche ora per una asciugatura naturale (scelta preferibile), o in alternativa usare un phon per velocizzare il processo.

Quando il lavoro sarà asciutto, con una spatolina stendere sui bordi che avrete lasciato bianchi lo stucco in pasta ruvido cercando di stendere più o meno cosi, per un effetto rilievo, coprendo leggermente anche la figura:

 

Quando siete sicuri che sia asciuttissimo, prendete una spugnetta di quelle levatrucco e dividetela a metà.

Mettete su un piattino dei colori acrilici che richiamano le tinte del soggetto e dopo avere mischiato due o più colori abbinabili, scaricate il colore che avete messo sulla spugnetta su un foglio di carta ed iniziate a tamponare tutto intorno alla figura con delicatezza.

  

Con un pennello fine, potete anche aggiungere piccoli particolari. L’importante che non si noti dove termina la carta e dove inizia la pittura.

Una volta asciugato stendere sulla carta una mano di vernice finale opaca.

A lavoro ultimato, assicuratevi dell’asciugatura completa. Poi prendete carta vetrata grossa, tipo questa:

Grattando leggermente i bordi, si intravedrà il bianco e darà un effetto cornice.

Ed ecco qui il risultato!

 

Nella gallery una serie di lavori realizzati con questa tecnica:

 

Buon divertimento!


Dinosauri Invasion: alla Fabbrica del Vapore una mostra mostruosa

Una invasione di dinosauri: oltre 30 esemplari mostruosi sono arrivati alla Fabbrica del Vapore per la gioia (e anche un po’ di fifa!) dei piccoli.

Siamo andati a vederla con tre bambini di 5, 7 e 10 anni, tutti gasatissimi e pronti al loro viaggio giurassico.

Gli esemplari sono a grandezza naturale e ambientati in una suggestiva location in penombra. Non solo: grazie ad una sofisticata tecnologia di animazione, i dinosauri si muovono e riempiono l’atmosfera dei loro paurosissimi gridi, mentre il tirannosauro spalanca le fauci e…

…e lo pteurosauro vola…

La mostra piacerà ai bambini più avventurosi e a quelli più curiosi e piacerà alle mamme e ai papà per le ricche spiegazioni scientifiche che accompagnano ogni esemplare.

Alla fine del percorso, i piccoli visitatori potranno anche improvvisarsi archeologici alla ricerca delle ossa di dinosauro nella sabbiera.

I nostri consigli: godetevi i dinosauri poco alla volta; l’entusiasmo dei bambini vi trascinerà velocemente da una sala all’altra, invece a nostro avviso vale la pena di fermarsi un po’ anche a leggere le spiegazioni, che sono state redatte grazie ad un team di esperti paleontologi.

Consigliabile l’acquisto del ticket on line e nel pacchetto famiglia perché ci sono giornate di grande affollamento.

Qui una piccola anteprima!