Monthly Archives: gennaio 2020

Al cinema con i “Me contro Te”: il vero spettacolo sono i bambini

 

Ebbene sì. Sono andata a vedere il film dei Me contro Te, alias Lui e Sofi, “La vendetta del Signor S”.

In un momento di estrema debolezza, ho promesso a mio figlio di portarlo al cinema se avesse fatto il bravo. Ogni genitore sa che questo è un punto di non ritorno e così mi sono ritrovata sabato pomeriggio in un noto multisala milanese circondata da centinaia di bambini under 10.

Intanto un premessa: il film non è un film, ma un video un po’ più lungo e articolato del solito.

Lui e Sofi vorrebbero vincere il prestigioso Like Award ma il Signor S, con i suoi collaboratori Cattivius e Perfidia, trama per conquistare la benevolenza dei bambini del mondo grazie ad un magico slime, che in realtà li renderà tutti tristi.

Nel frattempo i nostri due eroi sono imprigionati e devono superare una serie di challenge per tornare dai loro fans e salvarli dal pericolo che incombe.

Inutile dire che il film è brutto: ha una trama banalissima, la scenografia non esiste, la morale della favola scontata e i due youtubers sono appunto personaggi da web e non attori.

Ma questo era noto. Quindi non andate al cinema per vedere il film perché il rischio di delusione è altissimo.

Si va al cinema allo spettacolo dei Me contro Te per due motivi.

Uno: per vedere tantissimi bambini felici. Molto felici. Ed è quello il vero spettacolo. Li vedrete sorridere, ridere, emozionarsi, spaventarsi, vi chiederanno la mano nel buio perché il Signor S genera in loro quello “spaghettino” che anche i piu grandicelli non riusciranno a nascondere.

Il secondo motivo: per vedere i Me contro Te con i nostri bambini. Non è una ovvietà. Per una volta non saranno loro con i nastri tablet e i nostri telefoni a guardare i video mentre noi siamo indaffarati a fare mille cose in casa. Saremo insieme a seguire tutto lo spettacolo e la loro felicità per questo momento speciale sarà palpabile.

Andate quindi senza indugio. Con lo spirito giusto però.

Vedrete i vostri bambini rapiti ed emozionati. Ringrazierete Lui e Sofi anche per questo spettacolo che non resterà nella storia del cinema, ma resterà nei ricordi.

Ah, e vi anticipo la domanda che vi faranno alla fine del film (l’ho sentita distintamente da bambini diversi): mamma/papà lo vediamo un’altra volta? Come se fosse un video, appunto. Generazione digitale.